Teatro Due, Parma

Mercoledì 2 Febbraio 1983 ore 20:30

Elio De Capitani

Nemico di classe

di Nigel Williams

regia Elio De Capitani

Debutto

Info
<>
Gallery Stagione 1982/1983
Lo spettacolo La locandina Scopri di più

La prima regia di Elio De Capitani e lo spettacolo che apre le porte alla drammaturgia contemporanea straniera. Un grande successo da 'tutto esaurito' con la critica unanimemente entusiasta. Un lavoro sull'attore e sui personaggi, i ragazzi della V C, così violenti e fragili, così divertenti e inquietanti allo stesso tempo, così veri.

«Nemico di classe è una miscela di rabbia e attesa - spiegava il regista - dove la speranza finale, l'utopia, il sogno hanno il sapore del delirio di un assetato nel deserto piuttosto che quello, illusorio ma più umano, della consolazione di un ammalato incurabile. La delusione davanti alla porta della vita. O meglio: nemmeno la delusione. Il vuoto davanti alla porta della vita».

Nigel Williams ambientava la vicenda in una scuola devastata del sud di Londra, De Capitani ha l'intuizione di trasporla nella Milano che ben conosce e di proporre riferimenti non solo spaziali e temporali, ma anche linguistici. Una precisa e spaventosa fotografia della realtà nella quale il pubblico poteva specchiarsi. Anche nomi dei personaggi vengono tradotti in italiano, pur conservando un riferimento all'originale nei soprannomi: così il regista interpreta Massimo Airoldi 'Iron', il capo, quello più violento, che ha la costante necessità di imporsi; Paolo Rossi è Giuseppe Giuffrida 'Ciu Ciu', vigliacco e ancora più violento, Riccardo Bini è Mattia Angelini 'Angel' , Sebastiano Filocamo è Mario Nicosia 'Marrakesh', Antonio Catania è Luigi Vespa 'Vicks' e Claudio Bisio è 'Cabriolet', l'antagonista di Iron.

Con la loro rabbia si confronta un professore, totalmente spento, che ha rinunciato a sognare e lottare. Ed è a lui che Iron dice: «Ascolta, non ti preoccupare se ci lasciano all'asciutto. Con un professore ogni 400 allievi e niente libri, niente posti dove fare un po' di casino e niente, un cazzo, zero, zero virgola zero, merda, niente di niente. Non menarmela con storie tipo abbandonato qui, abbandonato là. A te ti hanno abbandonato anche il giorno che sei nato in un condominio alto dieci Kilometri...».

Niente compromessi allora. Reagire, ribellarsi. Distruggere tutto: i banchi, i vetri, i libri e i muri. Dimostrare in questo deserto invivibile che si è ancora vivi.

NEMICO DI CLASSE

di Nigel Williams
regia Elio De Capitani
scene e costumi Ferdinando Bruni
con Riccardo Bini, Claudio Bisio, Antonio Catania, Elio De Capitani, Sebastiano Filocamo, Paolo Rossi, Maurizio Scattorin (poi Bruno Olivieri)
produzione Teatro dell’Elfo

Altri spettacoli in scena

Emiliano Brioschi

Life

Sala Bausch
14 / 18 giugno 2021

Acquista

Life

Bruni/Frongia

Il seme della violenza

The Laramie Project

Sala Shakespeare
7 giugno / 2 luglio 2021

Acquista

Il seme della violenza

Nicola Russo

Anatomia comparata

(una festa per il mio amore)

Sala Fassbinder
7 / 30 giugno 2021

Acquista

Anatomia comparata

Fabio Banfo

Alfredino

l'Italia in fondo a un pozzo

Sala Bausch
21 / 25 giugno 2021

Acquista

Alfredino
Progetto web realizzato da Mentelocale Web Srl
su progetto grafico di Plum design

Biglietteria online in collaborazione con
Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK