Sala Bausch

Edoardo Barbone/Eugenio Fea

Sono solo nella stanza accanto

di Tobia Rossi

regia Giacomo Ferraù

Stagione 2020/2021 Nuove storie 2021
Descrizione La locandina

Il 23 febbraio 2018 il diciassettenne Michele Ruffino si getta da un ponte nei pressi di Torino. Il ragazzo, affetto da una lieve disabilità fisica, veniva definito dai compagni di scuola 'storpio', 'zoppo', 'sfigato'. Le umiliazioni, le continue vessazioni, le torture psicologiche hanno alimentato le fiamme del palazzo della sua esistenza, fino a renderlo invivibile.
Lo spettacolo indaga le reazioni di una comunità di adolescenti, una classe di una scuola superiore sconvolta dalla notizia di una morte così brutale e improvvisa. Come impatta questa perdita sui ragazzi, come sono vissute colpe e responsabilità e soprattutto come influisce una morte scioccante sulle dinamiche di bullismo ancora (per sempre?) in corso.
Due attori in scena danno vita a una moltitudine di personaggi, l'affresco complesso e variopinto del reticolo di relazioni tra un gruppo di giovani adulti impegnati a capire cosa accade dentro e fuori di loro e a cercare risposte e spiegazioni, tra slanci vitali e indicibili terrori.
Un racconto dolceamaro non solo sulla piaga sociale del bullismo, ma su rischi e pericoli del nostro presente.

SONO SOLO NELLA STANZA ACCANTO

drammaturgia Tobia Rossi
regia Giacomo Ferraù
con Edoardo Barbone e Eugenio Fea
assistente alla regia Ilaria Longo
produzione Compagnia Caterpillar con il sostegno di Eco di fondo

Progetto web realizzato da Mentelocale Web Srl
su progetto grafico di Plum design

Biglietteria online in collaborazione con
Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK