Sala Shakespeare

29 novembre / 4 dicembre 2011

Moni Ovadia

Cabaret Yiddish

Info
Stagione 2011/2012
Lo spettacolo La locandina

Un'immersione nella lingua, nella musica e nella cultura Yiddish, in quell'inafferrabile miscuglio di tedesco, ebraico, polacco, russo, ucraino e romeno per raccontare la condizione universale dell'Ebreo errante, il suo essere senza patria sempre e comunque.
Cabaret Yiddish è lo spettacolo che ha reso celebre Moni Ovadia e da cui è derivato un altro titolo famoso Oylem Goylem. Nelle due parole del titolo si racchiude tutta la sua magia irripetibile: è un cabaret in senso stretto - nel suo alternare brani musicali e canti a storielle, aneddoti, citazioni - ma "sa di steppe e di retrobotteghe, di strade e di sinagoghe" perché dedicato a quella parte di cultura ebraica di cui lo Yiddish è la lingua e il Klezmer la musica. Tutto questo è ciò che Moni Ovadia chiama "il suono dell’esilio, la musica della dispersione": in una parola della diaspora.

CABARET YIDDISH

di e con Moni Ovadia

suono Mauro Pagiaro

e con Maurizio Dehò Violino, Paolo Rocca Clarinetto, Albert Florian Mihai Fisarmonica, Luca Garlaschelli Contrabbasso

produzione Promo Music - Corvino Meda Editore

Altri spettacoli in scena

Tindaro Granata

Vorrei una voce

Sala Fassbinder
21 / 26 maggio 2024

Acquista

Vorrei una voce

Nuove storie

Totò e la sua radiolina

Sala Bausch
21 / 25 maggio 2024

Acquista

Totò e la sua radiolina

Nuove storie

Esagerate!

Più che un aggettivo un’esortazione

Sala Bausch
27 / 31 maggio 2024

Acquista

Esagerate!

OYES

La (in)coscienza di Zeno

Sala Fassbinder
28 maggio / 2 giugno 2024

Acquista

La (in)coscienza di Zeno
Progetto web realizzato da Mentelocale Web Srl
su progetto grafico di Plum design

Biglietteria online in collaborazione con
Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK