Sala Fassbinder

14 / 19 gennaio 2014

Anagoor 2012

L.I. LINGUA IMPERII

drammaturgia Simone Derai, Patrizia Vercesi

regia Simone Derai

Durata: 1 ora e 30 minuti senza intervallo

Info
Stagione 2013/2014
Lo spettacolo La locandina

Filologia, storia dell'arte, architettura, arti visive, danza, musica, più un lungo, instancabile apprendistato teatrale. Questa è la formazione dei componenti di Anagoor, fondata nel 2000 a Castelfranco Veneto, attorno alle figure di Simone Derai e Paola Dallan.
L'ultimo spettacolo testimonia con chiarezza i linguaggi e i temi di cui si nutre la ricerca della compagnia. Utilizzando video, parola, gesto e musica, il gruppo ha sviluppato una ricerca a partire dalle prime pagine dei Sommersi e i salvati di Primo Levi e dalle sue riflessioni sulla sfuggente memoria umana e sulla memoria specifica dell'olocausto, per costruire "un percorso teatrale in grado di stimolare una riattivazione della memoria su un piano diverso da quello dell'informazione o della narrazione attraverso i documenti; in grado di suscitare l'immemorabile, quel sepolto che lascia sgomenti e che proprio per questo - o per la natura stessa che accomuna tutti i fatti umani - è sottoposto ad un processo di oblio". Quasi una storia del potere della lingua nel mondo occidentale, ripercorsa attraverso frammenti di autori apparentemente distanti (tra i quali W.G. Sebald, Jonathan Littell, Eschilo, René Girard, Tzvetan Todorov, Bruno Bettlheim, August Sander, Victor Klemperer): si parte dalla follia nazionalsocialista per incontrare il mutismo di Ifigenia e ritrovare quel silenzio in altre prede, altre cacce, altri genocidi.

Lingua Imperii è la lingua dell'impero inteso come dominio coercitivo. È la lingua povera, bruta e ingannevole delle propagande fasciste. Sono gli alfabeti e le lingue insegnate a forza. Ma è anche il bavaglio o l'assenza di voce imposti come un dono violento dai dominatori. Infine è il linguaggio stesso della violenza.

L.I. | LINGUA IMPERII
violenta la forza del morso che la ammutoliva

drammaturgia Simone Derai, Patrizia Vercesi
traduzione e consulenza linguistica Filippo Tassettoregia Simone Derai
costumi Serena Bussolaro, Silvia Bragagnolo, Simone Derai
musiche originali Paola Dallan, Simone Derai, Mauro Martinuz, Marco Menegoni, Gayanée Movsisyan, Monica Tonietto
video Moreno Callegari, Simone Derai, Marco Menegoni
con Anna Bragagnolo, Alessandro Nardo, Moreno Callegari, Marco Crosato, Paola Dallan, Marco Menegoni, Gayanée Movsisyan, Eliza Oanca, Monica Tonietto
e con Hannes Perkmann, Hauptsturmbannführer Aue, Benno Steinegger, Leutnant Voss
produzione Anagoor 2012 in cooproduzione con Trento Film Festival, Provincia Autonoma di Trento, Centrale Fies, Operaestate Festival con il sostegno di APAP Network Culture Programme of European Union

Compagnia vincitrice del Premio Hystrio Castel dei Mondi 2013
Spettacolo vincitore del premio "Jurislav Korenić" per la regia al GRAND-PRIX del 53mo Festival MESS di Sarajevo 2013

Altri spettacoli in scena

Alessandro Maione, Filippo Quezel

Cercivento

Sala Bausch
15 / 28 novembre 2021

Acquista

Cercivento

Arturo Cirillo

Orgoglio e Pregiudizio

Sala Shakespeare
23 / 28 novembre 2021

Acquista

Orgoglio e Pregiudizio

Giorgina Pi

Tiresias

Sala Fassbinder
23 / 28 novembre 2021

Acquista

Tiresias

Chiara Stoppa

Grate

Sala Bausch
30 novembre / 5 dicembre 2021

Acquista

Grate
Progetto web realizzato da Mentelocale Web Srl
su progetto grafico di Plum design

Biglietteria online in collaborazione con
Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK