Sala Fassbinder

Giovedì 7 Novembre 2013 ore 19:00

Fonderia Mercury

Audiodays: il giardino di gaia

scritto da Massimo Carlotto

adattamento e regia di Sergio Ferrentino

Durata: un'ora senza intervallo

Info
Stagione 2013/2014
Lo spettacolo La locandina

Cinque giorni in sala Fassbinder dedicati alle produzioni di audiodrammi della Fonderia Mercury. Milano Audio Days ripropone la formula già collaudata con successo nelle precedenti stagioni con AutoreVole: i testi originali, scritti da Bajani, Bucciarelli, Carlotto, Dazieri e Lucarelli e adattati da Sergio Ferrentino, vengono nuovamente allestiti per tutti quegli spettatori che, muniti di cuffie, vogliono conoscere anche una "radio da vedere".
Pochi scrittori, quando non si occupano di romanzi si confrontano con la drammaturgia radiofonica, cioè con storie concepite espressamente per l'oralità, narrate da suoni e da parole che, mixati insieme, costruiscono un'immagine acustica. Alcuni tra i più importanti hanno raccolto la sfida e hanno scritto una storia originale che è stata adattata in radiodramma. Ma nessuna di queste storie viene trasmessa per radio: diventa una registrazione, un podcast scaricabile dal sito www.fonderiamercury.it.

Gaia Convento Bruni è una donna con le idee chiare. Si è creata una sorta di mondo perfetto dove gestisce con mano ferma marito e figlio e il ruolo della famiglia in paese. Si ritiene una persona di buon senso e non si ferma di fronte a nulla per impedire che qualcosa possa turbare la quiete della sua esistenza.
Quando scopre che il marito vuole lasciarla per un'altra, Gaia non si dispera ma reagisce per salvare il suo matrimonio. Non tanto perché ama alla follia il marito ma perché nella sua visione del mondo la separazione non è ammessa. Al centro di questa storia ci sono le relazioni tra le persone stritolate da convenzioni sociali che non sono più in grado di sostenere progetti di vita reali e che la crisi ha reso ancora più "invivibili".
Le persone cercano alternative nella doppiezza, nel replicare clandestinamente affetti e relazioni per reggere la condanna a un'ineluttabile infelicità.
Gaia ne è perfettamente cosciente ed è convinta che imporre il suo modo di concepire la vita sia l'unico modo per salvare le persone che ama. Il problema è che Gaia non fa sconti e soprattutto non si rende conto di essere circondata da vittime anche se non del tutto innocenti.
In questo intreccio di relazioni si annida anche la violenza familiare, perfettamente occultata grazie all'indifferenza degli altri. Famiglia, amiche e amici. E amanti. Questo è il mondo che Gaia riunisce nel suo giardino per testimoniare al paese la perfezione del suo modello.

on air, on stage, on line
AUDIODAYS: IL GIARDINO DI GAIA

scritto da Massimo Carlotto
adattamento e regia di Sergio Ferrentino
con Cinzia Spanò, Alessio Maria Romano, Michela Atzeni, Daniele Monachella, Eleni Molos, Beppe Salmetti, Maurizio Pellegrini
produzione Fonderia Mercury

Altri spettacoli in scena

Alessandro Maione, Filippo Quezel

Cercivento

Sala Bausch
15 / 28 novembre 2021

Acquista

Cercivento

Arturo Cirillo

Orgoglio e Pregiudizio

Sala Shakespeare
23 / 28 novembre 2021

Acquista

Orgoglio e Pregiudizio

Giorgina Pi

Tiresias

Sala Fassbinder
23 / 28 novembre 2021

Acquista

Tiresias

Chiara Stoppa

Grate

Sala Bausch
30 novembre / 5 dicembre 2021

Acquista

Grate
Progetto web realizzato da Mentelocale Web Srl
su progetto grafico di Plum design

Biglietteria online in collaborazione con
Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK