Sala Fassbinder

28 febbraio / 11 marzo 2012

Carlo Cecchi

Abbastanza sbronzo da dire ti amo? / Prodotto

di Caryl Churchill / Mark Ravenhill

Info
Stagione 2011/2012
Lo spettacolo La locandina

Doppio programma per Carlo Cecchi con due testi contemporanei inglesi. Il dittico si apre con Drunk Enough To Say I Love You?, commedia inedita in Italia, scritta nel 2006 da un'autrice poco nota sulle scene internazionali, Caryl Churchill. Il secondo titolo è invece ben più conosciuto: Prodotto è una rilettura attuale del modello del one man show, firmata da Mark Ravenhill, uno degli autori più rappresentati della drammaturgia british che ha segnato la fine del millennio, molto presente anche nelle stagioni dell'Elfo.

«Abbastanza sbronzo da dire ti amo? di Caryl Churchill è una commedia che tratta del rapporto fra "a country" e "a man", secondo l'indicazione dell'autrice.
"The country" è gli Stati Uniti; "the man" è un individuo europeo.
Fra i due nasce e si sviluppa un rapporto d'amore omosessuale: l'amato è, ovviamente, Sam (the country); l'amante è Guy, l'europeo. Attraverso un dialogo ellittico, spezzettato, con battute che spesso si sospendono sul vuoto, lo schema della commedia erotico-sentimentale tratta in realtà del rapporto storico-politico fra gli Stati Uniti e i suoi alleati.
I frammenti del dialogo, erraticamente, passano in rassegna la politica imperiale e imperialistica degli Stati Uniti nel mondo. Ma col procedere della vicenda amorosa e delle prodezze "storiche" della coppia, il turbine dell'entusiasmo geopolitico-etico-erotico dell'amante ha delle cadute. Arriva perfino ad accennare qualche timido atto di ribellione. E, alla fine, non si spengono solo i fuochi della passione, si spenge l'appassionato.
In Prodotto di Mark Ravenhill, un regista cinematografico racconta a una star il film che intende fare; cerca di trasmettere tutto il suo entusiasmo, sperando di conquistarla al suo film: senza la star, si intuisce, i produttori non cacceranno the money. La storia che il regista racconta è una di quelle ridicole fictions d'amore che l'industria hollywoodiana pretende di far passare come i nuovi miti moderni.
L'amato, contrariamente a quello di Abbastanza sbronzo da dire dti amo? è un islamico, ossia uno di quegli individui che la protagonista, l'amante, non può che giudicare come un rappresentante del Male.
Si apre per la nostra eroina un conflitto corneliano fra amour e devoir. (L'islamico è pure bello e scopa benissimo.) Attraverso crisi strazianti, dove ritornano più o meno tutti i luoghi comuni dell'immaginario metafisico-consumistico occidentale, la nostra girl arriverà alla fine a un’apoteosi porno-eroica che la trasfigurerà.
Pare che alla star la parte piaccia.
Il film si farà.»

Carlo Cecchi

ABBASTANZA SBRONZO DA DIRE TI AMO? / PRODOTTO

regie di Carlo Cecchi

Abbastanza sbronzo da dire ti amo?
di Caryl Churchill
con Carlo Cecchi e Tommaso Ragno


traduzione di Giorgio Amitrano
luci Camilla Piccioni
assistente scene costumi Marianna Peruzzo

Prodotto
di Mark Ravenhill
con Carlo Cecchi e Barbara Ronchi

produzione Teatro Stabile delle Marche

Altri spettacoli in scena

Tindaro Granata

Vorrei una voce

Sala Fassbinder
21 / 26 maggio 2024

Acquista

Vorrei una voce

Nuove storie

Totò e la sua radiolina

Sala Bausch
21 / 25 maggio 2024

Acquista

Totò e la sua radiolina

Nuove storie

Esagerate!

Più che un aggettivo un’esortazione

Sala Bausch
27 / 31 maggio 2024

Acquista

Esagerate!

OYES

La (in)coscienza di Zeno

Sala Fassbinder
28 maggio / 2 giugno 2024

Acquista

La (in)coscienza di Zeno
Progetto web realizzato da Mentelocale Web Srl
su progetto grafico di Plum design

Biglietteria online in collaborazione con
Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK