Teatro dell'Elfo

16 / 28 marzo 2010

Claudio Collovà

Uomini al buio

Ulyssage#6

dall'Ulisse di James Joyce

Info
<>
Gallery Stagione 2009/2010
Lo spettacolo La locandina Scopri di più

La nuova creazione di Claudio Collovà, Ulyssage #6, riporta sul palcoscenico dell’Elfo i grandi capolavori della letteratura del Novecento, riannodando i fili con l’esplorazione della Terra desolata di Thomas S. Eliot che il regista palermitano aveva messo in scena nel 2003. Artista dotato di una forte tensione figurativa, attento a unire parole e codici della scena, Collovà si addentra nel romanzo di Joyce partendo dalle suggestioni del VI capitolo, intitolato Ade, il funerale, e ne fa emergere personaggi frantumati, buffi emblemi della crisi della modernità. In quest’episodio il protagonista, Leopold Bloom, partecipa al corteo funebre e alla sepoltura di un conoscente e si abbandona a riflessioni esistenziali, collegamenti e accostamenti stridenti. Il regista innesta nello spettacolo anche frammenti provenienti anche da altri episodi e rielabora le corrispondenze di cui l’opera si nutre, a partire dalla struttura che ricalca l’Odissea omerica, trasformando le peregrinazioni di Ulisse in mari e terre lontani nei movimenti di Bloom per le strade e nei bar di Dublino, dalle otto del mattino alle ore piccole di un’unica giornata. Scegliendo una lingua che perde in scena la letterarietà del monologo interiore e diventa dialogo vivo e ironico, fa emergere in primo piano le figure di Dedalus e Bloom: padre e figlio? maestro e alunno? Telemaco e Mentore? Quasi due becchini d’avanspettacolo vagamente beckettiani che, con il gusto del gioco, fra numeri di varietà e movenze da marionette siciliane, ci conducono lievemente nel cuore di domande senza risposta sulla vita e sulla morte.

«Ma il VI episodio ha come tema dominante il rapporto tra padre e figlio. Tutto il romanzo è in realtà anche il racconto di un inseguimento. Un padre alla ricerca di un figlio e di un figlio alla ricerca di un padre. Bloom vive la sua visita in modo appartato e meditabondo, con l’animo colmo della memoria di Rudy – il figlio morto appena nato – abbandonandosi a una lunga fantasticheria sulla morte. Simbolo di questa situazione esistenziale è il personaggio ignoto, Mc Intosh, tredicesimo in fila al funerale, un fantasma uscito dal nulla e numero della Morte, un uomo cieco, che Bloom molto poeticamente chiama 'uomini al buio', regalandomi un titolo che amo molto». Claudio Collovà

UOMINI AL BUIO
Ulyssage#6

dall'Ulisse di James Joyce
uno spettacolo di Claudio Collovà
scene e costumi di Claudio Collovà
coreografia di Alessandra Luberti
luci di Nando Frigerio
con Filippo Luna, Davide de Lillis, Alessandra Luberti
produzione Teatridithalia/Esse p.a. Officine Ouragan

foto Nino Annaloro

Altri spettacoli in scena

Carolina Cametti

Bob Rapsodhy

Sala Bausch
26 ottobre / 7 novembre 2021

Acquista

Bob Rapsodhy

Elio De Capitani, Ferdinando Bruni

Diplomazia

Sala Shakespeare
14 ottobre / 14 novembre 2021

Acquista

Diplomazia

Ida Marinelli

Robert e Patti

Sala Fassbinder
19 ottobre / 14 novembre 2021

Acquista

Robert e Patti

Walking in fabula

FANTASMI

Atelier di Teatro intorno a l’antologia di Spoon River di E.L. Masters

Fabbrica del Vapore
28 ottobre 2021 / 15 giugno 2022

Info

FANTASMI
Progetto web realizzato da Mentelocale Web Srl
su progetto grafico di Plum design

Biglietteria online in collaborazione con
Per offrire un servizio migliore, questo sito utilizza cookies tecnici e cookie di terze parti
Continuando la navigazione nel sito web, voi acconsentite al loro utilizzo in conformità con la nostra Cookie Policy.
OK