ELFO PUCCINI: VIVA L'ITALIA

Viva l'Italia, da quando ha debuttato nel 2013, continua a coinvolgere spettatori di ogni generazione, continua a emozionare e a suggerire riflessioni sui fascismi di ieri e di oggi. A quarant'anni dalla morte di Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, i due studenti uccisi al Casoretto il 18 marzo 1978, torna in scena per far rivivere la memoria come solo il teatro sa fare. Perché il bel testo di Roberto Scarpetti (ora edito da Cue press), che non è cronaca storica ma una 'finzione basata su fatti reali', riesce a diventare tragedia civile, canto di passioni personali e politiche.

«Le loro storie vere si nutrono delle parole verosimili che Scarpetti cuce loro addosso, intrecciando vita privata e storia pubblica, e Brie mette in scena, con un'intensità che ben capisce chi ha vissuto quegli anni. I cinque attori si moltiplicano in una girandola di personaggi, gli amici, i compagni, i camerati, i poliziotti. Straordinaria e umanissima la rabbia della madre, che arriva fino a inveire contro la figlia: "Tanto non serve a niente, anzi, se tu non cominciavi con la politica e le manifestazioni, magari tuo fratello era ancora vivo".
Il testo teatrale incrocia e stringe tutti i fili di quei mesi cupi, dalla morte di Aldo Moro fino alla grande strage nera della stazione di Bologna del 2 agosto 1980. Rende bene il clima di quegli anni. Non pretendendo di essere cronaca, lo spettacolo riesce perfettamente a diventare tragedia civile, mettendo in scena passioni personali e politiche, sul filo della vita e della morte. César Brie riesce a dare un vigoroso corpo teatrale al bel testo di Scarpetti, ripetendo il miracolo già realizzato con la sua straordinaria messa in scena dei Fratelli Karamazov di Dostoevskij».
Gianni Barbacetto, Il fatto quotidiano

La replica di venerdì 9 marzo è stata annullata per indisposizione degli attori.

↑ torna su ↑
• Orari: mar-sab 20:00/ dom 16:00
• Durata: 90' senza intervallo
Prezzi: intero € 32.50 / martedì posto unico € 21.50 / rid. <25 anni - >65 anni € 17 / under 18 € 12 / scuole € 12
Repliche per le scuole
• Dal 22 febbraio al 14 marzo il foyer della sala Fassbinder ospita la mostra "Ricordando Fausto e Iaio, ragazzi per sempre" realizzata dagli studenti del Liceo Artistico Hajech nel 1978 e ora riallestita dall'Associazione familiari ed amici di Fausto e Iaio in occasione del 40º anniversario della morte. La mostra è visitabile nei giorni di spettacolo a partire da un'ora prima dell'inizio.
Tempo di Libri, sabato 10 marzo ore 11 – Sala Amber 4, Padiglione 4, Fiera Milano City: L’autore del testo, Roberto Scarpetti, e gli attori della compagnia, presentano "Viva l'Italia. Le morti di Fausto e Iaio", la storia dei due attivisti diciottenni del Leoncavallo uccisi a Milano nel 1978, a due giorni dal sequestro Moro.
.