ELFO PUCCINI: Guerra santa

La sera di un venerdì prima di Pasqua, nel duomo di una grande città europea, un sacerdote cattolico riceve la visita di una giovane donna. I due si conoscono bene: la ragazza ha frequentato da bambina la sua parrocchia. Sette anni prima è scappata insieme al suo migliore amico per arruolarsi in una formazione terroristica. In una successione di sei monologhi incrociati emerge anche la ragione ultima di questa visita: organizzare il più clamoroso e simbolico attentato terroristico della storia europea. «Nel vocabolario islamico – sottolinea il regista – il termine jihad, che traduciamo come ‘guerra santa’, indica solo in una seconda accezione uno scontro bellico. Il suo primo significato è teologico e indica il combattimento tra bene e male, la lotta che ogni individuo deve condurre per affermare la verità di se stesso. Volevo scrivere un testo che funzionasse come un processo reciproco, trasformando il palco in ciò che dovrebbe sempre essere secondo me il teatro: il luogo di un parlare assoluto, un rito, un sacrificio, un evento di trasformazione del senso. Volevo che in Guerra santa accadesse quello che non accade mai nella vita: due esseri umani che si parlano senza scampo, come se fosse l'ultima volta».

↑ torna su ↑
• Orari: mar-sab 19:30 / dom 15:30
• Durata: 70'
Prezzi: intero € 33 / martedì posto unico € 22 / rid. <25 anni - >65 anni € 17 / under 18 € 13.50 / scuole € 12

.