ELFO PUCCINI: Angels in America

  • Angels in America

Un grande affresco, una travolgente maratona che ci porta al centro dei nostri anni laici e tormentati: Angels in America è tornato in scena a Londra e a New York e ora torna "nella regia illuminista, ma anche carica di sentimento, firmata a quattro mani da Ferdinando Bruni e Elio De Capitani".

Si avvicina il millennio si apre raccontandoci i conflitti di due coppie: quella omosessuale composta da Prior, il protagonista prescelto dagli angeli come profeta, e del suo compagno di Louis, e la coppia etero dei coniugi Pitt, un avvocato mormone e la sua giovane moglie depressa. Alle loro storie s'intreccia quella di Roy Cohn, potente e temuto avvocato conservatore (che ha difeso anche Donald Trump), colpevole di aver mandato a morte i coniugi Rosenberg durante il maccartismo. Via via la vicenda si popola di tanti altri intensi personaggi, rappresentanti del melting pot della Grande Mela, emblemi universali di un'umanità coraggiosa che lotta per il futuro.
La discesa nelle contraddizioni dell'America continua nella seconda parte. Prior, che si è ammalato di Aids, viene abbandonato da Louis che trova un nuovo amante nell'avvocato Joe Pitt. Intanto la moglie di quest'ultimo, ormai dipendente dai farmaci, lotta per ritrovare un equilibrio. E l'Aids colpisce anche Roy Cohn che, con l'avvicinarsi della morte, rivede nei suoi sogni la sua vittima più famosa, Ethel Rosenberg.
«Niente è perduto per sempre», ci dice l'autore. «In questo mondo c'è una specie di doloroso progresso. Nostalgia per quello che abbiamo lasciato dietro di noi e sogno del futuro. Il mondo che avanza».

Un’edizione radicalmente rinnovata nel cast degli interpreti più giovani, a partire dal ruolo protagonista affidato ad Angelo Di Genio, attore cresciuto tra le file dell’Elfo, premio Mariangela Melato 2017 e il Premio ANCT Associazione Nazionale Critici di Teatro 2016. Con lui in scena Marco De Gaudio, Alessandro Lussiana, Giusto Cucchiarini, Giulia Viana. Confermati alla guida della compagnia Elio De Capitani, Ida Marinelli e Cristina Crippa, accanto all’inquietante angelo di Sara Borsarelli.

RECENSIONI: Si avvicina il Millennio - Perestroika
MATERIALI: Si avvicina il Millennio - Perestroika

↑ torna su ↑
Teatro Politeama di Napoli - 20 giugno: ore 16:00 Si avvicina il millennio - ore 21:00 Perestroika / 21 giugno: ore 15:30 Si avvicina il millennio - ore 20:30 Perestroika
• Durata: Si avvicina il millennio 200' - compresi due intervalli da 15' / Perestroika 170' - compreso un intervallo da 15' e un intervallo da 5' a poste chiuse
.