ELFO PUCCINI: il misantropo

Il misantropo, opera in cinque atti di Molière, rappresentata per la prima volta nel 1666, ha visto nei secoli le più diverse interpretazioni. La versione proposta da Elsinor rappresenta il quarto incontro di Monica Conti con Molière, dopo Medico per forza, Dispetto d'amore e Le intellettuali. Un progetto la cui sostanza è la necessità di presentare a un pubblico il più vasto possibile dei classici "riscritti" soprattutto attraverso un grande lavoro attoriale che renda la parola corpo come nuova.
La ricerca registica indaga gli stati d'animo, le relazioni, le situazioni , i sotto-testi e la musica. Già ne Le intellettuali importanti si sono rivelati la musicalità, il ritmo dei dialoghi l'atletismo verbale che ne consegue. Nel Misantropo prosegue questo lavoro, teso a dare rilievo al ritmo e al suono non come forme estetiche, ma come forme di espressione dell'inconscio.
Qui Alceste non è un eroe tragico o romantico, ma tragicomico perché infelice, disorientato e violento. È uno spettatore della vita eternamente immobilizzato nel suo scontento.

↑ torna su ↑
• Orari: mar-sab 21:00 / dom 16:30
• Durata: 90' senza intervallo
Prezzi: intero € 32.50 / martedì posto unico € 21.50 / rid. <25 anni - >65 anni € 17 / under 18 € 12 / scuole € 12
• È valido l'abbonamento Invito a Teatro - tagliando Elsinor Sala Fontana.

.