ELFO PUCCINI: l'ignorante e il folle

L'ignorante e il folle è una parodia dai risvolti macabri che ha per protagonista una cantante lirica sull'orlo di una crisi di nervi, "assistita" da un amico dottore, che dissezione l'esistenza come fa con i cadaveri, e dal padre, cieco e annebbiato dall'alcol.
Nell’intimità di un camerino, drappeggiato di tende rosse e invaso da rose, i due uomini attendono la soprano che dovrà interpretare la Regina della Notte nel Flauto magico. Il suo arrivo è scandito dal ripetersi di gesti ossessivi e carichi delle paure di ogni artista prima della prima. La donna si abbandona al panico: il suo costume è destinato a strapparsi, la corona le cadrà dalla testa, sarà costretta a dare forfait... Alla fine, come ogni sera, andrà in scena. Per i personaggi di Bernhard, non c'è scampo, sono destinati a precipitare nelle tenebre della mente come nell’oscurità che interrompe lo spettacolo. E l'arte si rivela per quello che è: meccanismo, artificio, espediente o ricerca di una perfezione che porta alla follia.
Nello spettacolo messo in scena da Ferdinando Bruni e Francesco Frongia, Bruni è l'amico dottore, esagitato, maniacale e satanico, Ida Marinelli ha il fascino e la svagatezza della Regina della Notte, Luca Toracca è un Padre instabile e confuso e Corinna Agustoni interpreta le figure silenziose ed enigmatiche della signora Vargo e del cameriere Winter.

testa
Elfo Puccini Milano (MI) 7 - 29 marzo 2015
.