ELFO PUCCINI: Road movie

Un testo profondamente commovente che ci parla della paura dell'amore, della perdita e morte, e in particolare della complessità di questi sentimenti quando sono inscindibilmente legati.
Ambientato negli Stati Uniti degli anni Novanta, quando l'AIDS stava assumendo i connotati di un'epidemia, racconta di Joel, gay trentenne, che si avventura in un viaggio coast to coast per rincontrare il suo innamorato, Scott. Un percorso costellato da incontri che lo trasformeranno profondamente, mettendolo a confronto con genitori, uomini e donne che devono in vario modo venire a patti con la perdita degli affetti più cari.
Road Movie, scritto per la compagnia angloamericana Starvig Artist Theater, ha vinto nel 1995 il Fringe First Award al festival di Edimburgo ed è stato rappresentato negli Stati Uniti e in molti paesi europei.
L'allestimento curato da Sandro Mabellini offre all'attore protagonista l'occasione per un vero tour de force. Formatosi con Massimo Castri, Angelo Di Genio collabora da alcuni anni con il Teatro dell'Elfo, ottenendo importanti successi personali: è tra i vincitore del Premio Ubu "collettivo" per The History Boys ed è uno strepitoso Biff Loman accanto al Willy di Elio De Capitani in Morte di un commesso viaggiatore. In Road Movie supera se stesso, interpretando tutti i personaggi e dialogando in scena con il fuoriclasse del violoncello Piero Salvatori.

↑ torna su ↑
.