ELFO PUCCINI: giuliana musso

  • giuliana musso

Autrice e interprete di spettacoli che affrontano temi scomodi, inconsueti per il teatro, Giuliana Musso è "una vera forza del palcoscenico" - ha scritto Renato Palazzi.

Apre il programma la sua ultima creazione, La fabbrica dei preti, reportage della vita nei seminari italiani degli anni '50-'60, un affondo nella cultura cattolica pre-conciliare. Giuliana dà corpo e voce a tre anziani preti, sinceri, arrabbiati, innamorati della vita, e ripercorre insieme a loro la nostra stessa battaglia per "tenere insieme i pezzi", per unire e liberare ciò che l'educazione cattolica aveva separato e represso.
Tanti saluti ha invece indagato il delicato tema del morire ai giorni nostri: cure palliative, accanimento terapeutico, protocolli di rianimazione… e porta in scena tre clown per affidare a loro il non dicibile. Unici oggetti di scena: tre nasi rossi e una cassa da morto. Con Beatrice Schiros e Gianluigi Meggiorin.
Ultimo spettacolo in programma, un cavallo di battaglia, Premio della Critica 2005, Sexmachine, sulla domanda di prostituzione. Con la complicità in scena di Gianluigi Meggiorin, attore e musicista, una galleria di personaggi nordestini che compongono una umanità contemporanea complessa, ridicola e sincera. Uno sguardo ironico e poco ideologico sul più evidente paradosso dei nostri tempi.

↑ torna su ↑
• Prezzi: Intero euro 30.50 - Martedì biglietto unico euro 20 - ridotto <25 anni - >65 anni euro 16 - gruppi scuola euro 12
• Promozione speciale tre spettacoli: euro 34.50 (acquistando contestualmente i biglietti dei tre spettacoli. È possibile acquistare telefonicamente, non online e non si prendono prenotazioni)

In questa serie:
La fabbrica dei preti
Sexmachine
Tanti saluti
.