ELFO PUCCINI: NEL BUIO DELL'AMERICA - dissonanze

Tra i testi di Joyce C. Oates meno noti al pubblico italiano vi sono due pièce teatrali pubblicate con il titolo Nel buio dell'America dall'editore Sellerio. La prima, Dissonanze - vicina alla produzione più noir dell'autrice, che spesso non risparmia analisi spietate della famiglia occidentale - ritrae una coppia del New Jersey, i coniugi Gulick, la cui vita è sconvolta dall'arresto del figlio, accusato dell'omicidio di una giovanissima vicina di casa.
Francesco Frongia aveva scelto questo testo nel 2010 per inaugurare la sala Bausch e il suo intimo spazio scenico, trasformandolo in una sorta di ring o scacchiera, delimitato da un rosso baldacchino.
I due personaggi, scritti con una finezza che ne fa risaltare tutta la complessità, sono interpretati da due volti storici dell'Elfo, Corinna Agustoni e Luca Toracca.

La pièce, con il metodo dell'intervista televisiva, scandaglia crudamente il comportamento, gli stati d'animo, le sfera affettiva dei due genitori, gente semplice goffa impacciata, con valori morali elementari ma ben radicati nel conformismo e nel rispetto della comune e mediocre convivenza sociale (abitudinaria e perbenista).
Un testo struggente e patetico, con scorci di impietoso umorismo, che la Agustoni e Toracca interpretano con delicatezza, rispetto e sapiente pudore. Misurata regia di Francesco Frongia.
Paolo Paganini, Corriere del Ticino

↑ torna su ↑
• Orari: mar-sab 19:30/ dom 15:30 - ATTENZIONE: dal 3 al 5 aprile lo spettacolo andrà in scena alle ore 21:30
• Durata: 55'
• Prezzi: Intero euro 30.50 - Martedì biglietto unico euro 20 - ridotto <25 anni - >60 anni euro 16 - gruppi scuola euro 12
• È valido l'abbonamento Invito a Teatro - tagliando Elfo Puccini
.