ELFO PUCCINI: The end

Oggi la morte non esiste. Non se ne parla. Non la si affronta, né la si nomina. È un tabù. Ma non per Babilonia Teatri che in The End (premio UBU 2011 – Miglior Novità Italiana) la mette in scena. Quella morte, oggi trattata in modo bruciante e carico di contraddizioni, occultata, nascosta, quello spettro scuro di cui abbiamo infinitamente paura irrompe sul palcoscenico in tutta la sua tragicità, in tutta la sua comicità, insieme al mito dell'eterna giovinezza. Babilonia Teatri si interroga sulle ragioni che portano a vivere la morte come un corpo estraneo. Violento. Traumatico. Un evento con cui non convivere e non riconciliarci. Babilonia Teatri officia un rito profano all'ombra di un Cristo in croce con le teste mozzate del bue e dell'asinello. Una natività al contrario che stupisce, ferisce e commuove, fino alla ricomparsa della vita.

Uno spettacolo che ha già "generato" altri progetti, come il De rerum natura, agito da tre donne di diversa età e che all'Elfo Puccini vedremo in un'inedita versione al maschile, protagonista Enrico Castellani e altri tre attori chiamati a intervenire nel suo passo a due con la morte.

Sconvolgente The End, di Enrico Castellani e Valeria Raimondi, una sorta di aspro violento rap sulla morte, sulla dignità nella sofferenza e nella vecchiaia, quasi dei tabù in una società dove bisogna essere sempre efficienti, giovani e possibilmente belli. Uno scorrere di frasi sincopate in uno spettacolo che è una durissima critica, un urlo di indignazione e un desiderio di vita anche nella morte.
Magda Poli, Il Corriere della Sera

Un'invettiva incandescente contro la rimozione medicalizzata della morte. Con The End i Babilonia Teatri affondano un colpo straordinario dentro il tabù per eccellenza. Valeria Raimondi, presenza scenica formidabile, officia un rito profano all'ombra di un cristo in croce con le teste mozzate del bue e dell'asinello: una natività al contrario che ferisce e commuove prima di un finale memorabile in cui la vita ricompare in un'immagine di struggente bellezza.
Sara Chiappori, la Repubblica

↑ torna su ↑
• Orari: mar-sab 21:00 / dom 16:00
• Durata: 60'
• Prezzi: Intero euro 30.50 - Martedì biglietto unico euro 20 - ridotto <25 anni - >60 anni euro 16 - gruppi scuola euro 12

In questa serie:
Pinocchio
The end
.