ELFO PUCCINI: Urge

«Urge per la terza volta, urge sempre, urge ancora, urge di più.
Se nel "non se ne può fare a meno" trovassimo una pace ulteriore sarebbe forse l'ultima volta. Ma cosa c'è di ulteriore a teatro, in quella scrittura che chiede alla parola di rivolgersi, che dà al pensiero una svolta, che chiede al pubblico di smettere di fare solo il suo mestiere e vuole farlo diventare? A forza (?) di dilettevole, di parodiato, di imitato, di ridicolizzato, non sentiamo più, il gusto diventa l'impalato, non si muove secrezione, non si sente mutazione, non avviene metamorfosi e si stà lì come se il lì fosse l'unico mo(n)do. Il teatro non solo non è una casa ma ti sfratta anche dalla tua: non devi più tornarci. Se torni a casa non hai captato, non hai cambiato, non sei andato. L'andamento è tutto, la movenza, il trotto, il gesto, l'atto unico della rincorsa maggiore, riferimento stellare per come andare, flusso portante, passo impellente, scarto del dono, sorpresa in ballo, mistero danzante. Ci bastano i soliti acconti per accontentarci, ci bastano gli sberleffi e gli ammicchi per riderci sopra mentre non vediamo mai cosa c'è dentro, o urge una nuova metafisica per immolare il poco, necessitano altri versi per non subire più chi non fa altro che il verso? Ditevelo».
Alessandro Bergonzoni

↑ torna su ↑
• Orari: gio-sab 21:00 / dom 16:00
• Durata: 90' senza intervallo
• Prezzi: Intero euro 30.50 - Martedì biglietto unico euro 20 - ridotto <25 anni - >60 anni euro 16 - gruppi scuola euro 12
• 26 maggio 2013 ore 18:15, sala Fassbinder: Alessandro BERGONZONI ed Enrico CASTELLANI (Babilonia Teatri) incontrano il pubblico
.