ELFO PUCCINI: brugole

  • brugole

Giulio e Marta sono una giovane coppia alle prese con la libreria Billy: 7 assi, 54 viti e 2 brugole. Il mobile viene incessantemente montato e smontato, strumento e simbolo dei loro estemporanei progetti di vita. Nell’arguta e ironica scrittura scenica di Lisa Nur Sultan è impossibile non farsi coinvolgere. Un dialogo serrato che condensa in sessanta minuti le ansie di una vita; un incessante citare, riportare, quotare banalità e luoghi comuni. Lo spettacolo scivola leggero, fa ridere il pubblico, pone interrogativi eterni che trovano una chiosa nelle assi della libreria, vero e proprio oggetto metamorfico, metafora della nostra precaria e confusa contemporaneità.

"Brugole è un continuo movimento. Di corpi, di assi, di parole.
Racconta un mondo che gira a vuoto, un infinito smontare e rimontare pezzi senza più alcuna progettualità, nonostante l'impressione di estrema razionalità.
È l'epitaffio dell’homo economicus, che si rivela in tutta la sua triste inconsapevolezza: preoccupato di stare al passo, di non lasciarsi sfuggire le occasioni - che sono sempre altre e sempre di più - ha come unico modo per sopravvivere all’angoscia inventarsi scadenze e piccole emergenze. Nuove urgenze.
Per sottostare alla "tirannia dell'istante", dove il carpe diem ha sostituito il memento mori.
Ma non fa meno paura.
In scena, trappola e destino dei due protagonisti, lei: 7 assi, 54 viti e 2 brugole.
E infinite possibilità.
"Avvertenza: nonostante la drammaticità degli argomenti trattati, lo spettacolo purtroppo fa ridere"

↑ torna su ↑
• Orari: mar-sab 19:30 / dom 19:00
• Durata: 60' senza intervallo
• Prezzi: Posto unico euro 15
.