ELFO PUCCINI: il natale di harry

Steven Berkoff è un autore "di riferimento" per il Teatro dell'Elfo che ha messo in scena, ormai più di dieci anni fa, Alla Greca e Decadenze. Anche Ida Marinelli e Luca Toracca, quando quattro anni fa hanno deciso di cimentarsi in una produzione esterna alla compagnia, hanno guardato al lavoro del drammaturgo inglese, trovando nel monolgo Il Natale di Harry un testo perfetto per le loro sensibilità.

Il testo affronta il tema della solitudine in una società che ha ridotto i rapporti famigliari e affettivi a sterili rituali, tanto più insulsi quando il Natale impone all'individuo comportamenti sociali stereotipati, costringendolo a verifiche dolorose.

Così il protagonista di questo monologo si ritrova solo nella scenografia di "un piccolo cubo rosso di quattro metri di lato, pulsante di bisogno d'amore, un asfissiante cubo-cuore che racchiude le sue angosce". Ida Marinelli e Luca Toracca sono partiti dallo spazio claustrofobico di questa sorta di "prigione" per analizzare ogni frase del testo che si fa via via più ossessivo e doloroso, "accompagnando il personaggio nell'estenuante duetto-duello col proprio io che lo porterà metaforicamente a girare su se stesso sempre più vorticosamente, fino a cadere sfinito e riposare in pace".

↑ torna su ↑
• Orari: mar-sab 20:30/ dom 15:30
• Durata: 60'
• Lo spettacolo non andrà in scena dal 6 all'8 e dal 23 al 27 dicembre 2010
• Prezzi: Intero euro 30 - Martedì euro 19 - giovani < 25 anni euro 15 - anziani > 65 anni euro 15 - gruppi scuola euro 11
• È valido l'abbonamento Invito a Teatro
.