ELFO PUCCINI: 19° festival di milano musica: hugues dufourt

  • 19° festival di milano musica: hugues dufourt
Iannis Xenakis (1922-2001)
Rebonds II per percussione
(1987-88) 6'

Hugues Dufourt (1943)
L'île sonnante (1990) 6'
per percussione e chitarra elettrica Prima esecuzione in Italia

John Zorn (1953)
The Book of Heads (1996) 8'
per chitarra elettrica

Paolo Perezzani (1955)
Tre poesie in forma di suono (2010) 10'
per chitarra e percussione Commissione di Milano Musica Prima esecuzione assoluta

György Kurtág (1926)
Calmo, dolcissimo, lontano (2009-2010)
per chitarra 3'
Prima esecuzione assoluta

Hugues Dufourt
La Cité des saules (1997) 13'
per chitarra elettrica e trasformazione del suono

Maurizio Pisati (1959)
ELETTRICOdrum (2010)
per chitarra elettrica e percussione 12'
Commissione di Milano Musica Prima esecuzione assoluta

Un programma altamente poetico nelle mani sapienti di Elena Càsoli e del giovane Matteo Bonanni. Ai giochi di risonanze cangianti e quasi di simbiosi tra la percussione e la chitarra elettrica di Dufourt si oppone con inaudita e primitiva violenza Rebonds II di Xenakis, un pezzo che pietrifica l'ascoltatore per l'ossessiva esaltazione ritmica. Incastonato come una pietra preziosa Calmo, dolcissimo, lontano di Kurtág, in prima esecuzione assoluta. Altre due novità, rispettivamente di Perezzani e Pisati, danno al programma l'emozionante attesa del primo ascolto. (A.P.)

Aprirà la serata la proiezione del documentario Nelle corde di Elena, omaggio a Elena Càsoli, regia di Francesco Leprino (2008-09) - 35'

↑ torna su ↑
.