ELFO PUCCINI: LA GIOVANE SARTA MARY INNAMORATA DELLA SCENA

Shakespeare a misura di bambino. Ma raccontato con tale grazia, arguzia e passione teatrale da essere vivamente consigliato a tutti. È Shakespeare a merenda all'Elfo Puccini dal 26 dicembre al 4 gennaio. Uno spettacolo scritto, diretto e interpretato da Elena Russo Arman, qui nei panni della giovane Mary, sarta tuttofare nel dietro le quinte del celeberrimo Globe Theatre, dove assiste Mr Goodwin, star del teatro elisabettiano impegnato nel ruolo di Giulietta. Lui è in scena accolto da ovazioni e applausi, lei lo attende in camerino, ogni tanto sbircia sul palco mentre sogna di poter un giorno anche lei interpretare l'infelice amante di Verona.

Peccato che non possa, perché ai tempi di Shakespeare alle donne il teatro era vietato ed erano gli uomini a fare le parti femminili. Ma Mary non si scoraggia: ha a sua disposizione tutti gli strumenti del mestiere, trucchi, parrucche, costumi, oggetti di scena, con cui provare in segreto i grandi personaggi delle tragedie e delle commedie, Amleto, Sogno di una notte di mezza estate, Otello. E mentre gioca a fare Ofelia o Titania, parla e racconta della regina Elisabetta che invitava Shakespeare per il il tè, di come era fatto e funzionava il Globe Theatre, del pubblico che lo affollava mangiando e bevendo, delle rivalità tra gli attori della compagnia dei Lord Chamberlain's Men, adorati da tutti ma trattati da mascalzoni pericolosi a cui era negato persino un posto al cimitero.

Ne viene fuori un affresco awincente e ammaliante che attraverso Shakespeare racconta la magia del teatro, il suo mistero, il suo artigianato amorevole e senza tempo. Uno spettacolo per bambini ma non da bambini. Loro se ne vanno felici, portandosi via anche la locandina che sul retro si trasforma in una deliziosa tavola disegnata con i personaggi, i costumi e alcuni cenni storici, mentre gli adulti, oltre a divertirsi, si fanno anche un bel ripasso shakespeariano.

.