ELFO PUCCINI: "L'acrobata" Pepo il Che Guevara italiano che attentò a Pinochet

Con "L'acrobata", Laura Forti racconta la vicenda di suo cugino José, detto "Pepo" e anche "comandante Ernesto", ucciso nel 1986 per aver attentato invano al dittatore cileno Augusto Pinochet. Quest'ultimo è stato il comandante dell'esercito che l'11 settembre 1973 prese il potere in Cile con un sanguinoso golpe a cui seguirono anni di terrore, con decine di migliaia di oppositori torturati e liquidati.

Ma la storia è ancora più drammatica: Pepo è figlio di un'ebrea italiana scappata oltreoceano dopo le leggi razziali fasciste. Fervente comunista e prima donna geologa del Cile, la sua vita venne sconvolta di nuovo dal golpe, che la costrinse a fuggire in Svezia. Ma Pepo decide di rimanere, entrare in clandestinità e lottare, fino al fallito tentativo di eliminare il tiranno: azione che costò la vita a lui e ai suoi compagni.

All'Elfo, è Elio De Capitani a dirigere la pièce che vede impegnati Cristina Crippa nei panni della madre e Alessandro Bruni Ocaña nei panni del figlio e del nipote, che si interroga sul valore delle sue scelte radicali.

.