ELFO PUCCINI: francesca breschi

  • francesca breschi

Dopo studi di pianoforte classico e canto, a partire dal 1978 intraprende la carriera professionista. Ricercatrice eclettica, si cimenta in diverse forme musicali e partecipa ai più disparati progetti teatrali: si dedica alla musica di tradizione orale italiana, al teatro-musica, alla composizione di musica elettronica per video-arte e alla musica antica e alla sperimentazione vocale; collabora col compositore Nicola Piovani, con David Riondino (Cundu luna Vini, che dà il titolo all’omonimo cd, Paesaggi dopo la battaglia, il cd Temporale e, nel 2005, Pia de’ Tolomei) e con il Micrologus Ensemble di Assisi per l’esecuzione di musica medievale del XIII e XIV secolo.

Fa parte del Quartetto Vocale di Giovanna Marini e, dal 1995, è anche sua assistente per le musiche di scena per spettacoli teatrali (per i registi Elio De Capitani, Giancarlo Cobelli, Patrice Kerbrat/Giulio Bosetti, Hans Günther Heyme, Franz Marijnen). Nel 2000 col Quartetto partecipa allo spettacolo I TIGI – Canto per Ustica di e con Marco Paolini.

Con il Quartetto e da sola tiene seminari in Italia e all’estero, dedicati sia al canto della tradizione orale italiana che alle tecniche e alla teoria di base. Nel 1997 crea a Firenze l’Associazione ARS VOCIS, con la quale organizza lezioni e conferenze.

Nel maggio 2004 crea il concerto-spettacolo Canti molesti/Combat, progetto speciale per Fabbrica Europa-Stazione Leopolda 2004, e in tale occasione presenta il cd omonimo, distribuito da Materiali Sonori Associated/Nota. Lo spettacolo viene riproposto al Teatro dell’Elfo nel 2007.

Nel luglio 2006 è invitata da Paolini e dal violoncellista Mario Brunello, insieme ai musicisti Giovanni Sollima e Paolo Fresu, a partecipare al festival I Suoni delle Dolomiti e, nello stesso mese, dirige una sua partitura per voci cantanti/recitanti scritta per la Preghiera Ecumenica per la Salvezza dell’Arte e della Cultura di Emilio Isgrò.

Nel settembre 2008 produce con il Festival MilanOltre il suo nuovo progetto Anghelos creato insieme al musicista Andrew Ferrara (a.k.a.Ongakuaw). Tra i nuovi impegni un progetto di sperimentazione vocale su repertori di tradizione orale, un lavoro per voce e archi e una nuovo “viaggio” tra i repertori della canzone d’autore.

.