ELFO PUCCINI: Jannacci, il Tessa e alter duu s'ciopàa

  • Jannacci, il Tessa e alter duu s'ciopàa

Le canzoni di Enzo Jannacci e le poesie di Delio Tessa interpretate con stile ironico, scarno, appassionato da "alter duu s'ciopàa" il cantastorie Francesco Marelli e il poeta Dome Bulfaro.
Uno spettacolo che grazie allo spiazzante montaggio di poesie e canzoni dei due autori milanesi, traccia la storia di Milano dalla fucilazione del patriota Amatore Sciesa, avvenuta nel 1851, fino ai giorni nostri.
Marelli e Bulfaro, alternando comicità a struggimento, rievocano le gesta dei due capobanda – Jannacci e il Tessa – così come quelle di numerosi personaggi da loro tratteggiati (il Tennis, la Olga, la Lina, la Ciana…).
Attraverso le vicende narrate si ricompone un'ideale, quanto strampalata, banda di "scoppiati" detta appunto la Banda del Jannacci e il Tessa della quale fanno parte anche loro alter duu s'ciopàa: el Barba (Marelli), cantastorie, milanese d'origine, ed el Valisa (Bulfaro), suo inseparabile amico che, dopo essere stato adottato da Milano, invece d'imparare le lingue più in voga, come converrebbe, impara per amore della sua città il milanes.
Lo spettacolo rende omaggio a Enzo Jannacci e Delio Tessa che hanno saputo rianimare, con quello spirito schietto e popolare tipico del dialetto meneghino, la magnifica tradizione letteraria milanese mettendo in luce i tratti più espressionisti, stralunati e visionari di questa lingua che ancora oggi risulta straordinaria nel cogliere con freschezza la quotidiana tragicommedia umana.

↑ torna su ↑
• Prezzi: Intero euro 15 - ridotto <18 anni - >65 anni euro 11.50
.