ELFO PUCCINI: Dreamtime: danza senza limiti

  • Dreamtime: danza senza limiti
Orari:
Inizio serata ore 19:30; inizio spettacoli ore 20.45 - sala Shakespeare
Workshop dalle ore 15:30 alle 17:30 (massimo 20 posti disponibili) - sala Fassbinder

Dreamtime, festival internazionale di danza senza limiti, nasce dal cammino dell'associazione milanese "Viaggiatori dell'Anima" nell'incontro tra danza e disabilità. Il festival, diretto da Paola Banone, segretaria International Dance Committee IDC-ITI Unesco, è alla sua V edizione.
Nato dalla convinzione che anche un corpo "diversamente abile" possa sperimentare l'espressione di sé, la relazione e la comunicazione oltre le barriere fisiche e sociali, Dreamtime cambia punto di vista sul concetto di diversità, mostrando al pubblico come attraverso l'arte si possa trovare un punto d'incontro tra differenti abilità fisiche, psichiche e sensoriali.
È ciò che avviene in scena con Corpo Fechado, corpo aberto della Cie M.A.D - Compagnia MixAbility Dreamtime guidata per l'occasione dalla coreografa brasiliana Carla Vendramin. Lo spettacolo, che vede in scena artisti e danzatori con diversi gradi di disabilità, è presentato in Prima Nazionale, dopo il debutto ad Avignone e la replica a Londra 2012 per l'IMAF – International migration Art Festival in occasione delle Olimpiadi. Una performance frutto di quattro giorni di residenza con anche danzatori ospiti tra cui la ballerina di formazione scaligera Beatrice Mazzola e con alcuni danzatori della compagnia milanese Fattoria Vittadini.
Percorso simile anche nel lavoro La donna con Sonia Ognissanti e Claudia Bicelli, duo di artiste con diverse abilità che indagano il significato della femminilità e dell'essere donna.

Madrina d'eccezione del progetto dal settembre 2011 è Anna Maria Prina, già Direttrice della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala per 32 anni. La prima ballerina scaligera ed étoile internazionale Sabrina Brazzo interpreta la variazione Steel, con la coreografia di Gianluca Schiavoni, e il passo a due La Fenice, coreografia di Massimiliano Volpini, con il marito Andrea Volpintesta, anch'egli ballerino scaligero.
La coppia torna quindi in scena dopo il successo di L'altra metà del cielo con le coreografie di Martha Clarke e i testi di Vasco Rossi che li ha visti protagonisti nei ruoli di Albachiara e Claudio.
L'étoile Marco Pierin interpreta il solo Flourishing, di Donatello Jacobellis e il pas de deux da lui stesso ideato La Chanson De Vieux Amantes con la prima ballerina scaligera Gilda Gelati.
Spazio anche al contemporaneo con Michela Lucenti/Balletto Civile e un estratto del suo nuovo progetto Peso piuma, assolo della coreografa, e il giovane trio friulano Compagnia Bellanda con nè di più nè di meno, spettacolo vincitore del premio per la migliore coreografia a CORTOINDANZA 2012, Cagliari e ora in concorso a Danz'è / Oriente Occidente - Città di Rovereto.

Non manca la formazione, con il workshop (sala Fassbinde, dalle ore 15.30 alle 17.30, massimo 20 posti disponibili) Costruire coreografie col gruppo mixability tenuto da Paola Banone e Carla Vendramin, due ore per sperimentare il dialogo tra diverse abilità attraverso il movimento.
Grande evento collaterale è la mostra sul tema Danza e cibo, energia della vita con gli scatti di Franco Covi che ritraggono grandi étoile internazionali e artisti disabili in alcuni momenti della tournee europea della compagnia Cie M.A.D. La mostra ospita anche una sezione di video-danza.

↑ torna su ↑
• Prezzi: Pass intera serata (spettacoli + piccolo aperitivo di benvenuto): intero euro 26.50, ridotto euro 16.50 (under 25, over 60, disabili, iscritti newsletter MilanOltre)
• Info: www.festival-dreamtime.org
.