ELFO PUCCINI: Helmut Lachenmann - Schola Heidelberg

  • Helmut Lachenmann - Schola Heidelberg

La comprensione delle novità contenute nella musica antica è una via d'accesso per capire quella contemporanea. Ancora oggi si può restare stupefatti dalle arditezze armoniche dei madrigali di Michel Angelo Rossi.
È l'autenticità dell'idea musicale, la necessità e l'urgenza dello scrivere che danno valore all'opera d’arte. "Se noi in qualità di scrittori crediamo alla potenza della parola, non abbiamo il permesso di tacere". Così scriveva Ernst Toller di cui Lachenmann ha musicato un testo tratto da Masse Mensch. La solitudine del testo di Toller raggiunge nella Consolation I apici espressivi impressionanti di noniana memoria.
Lachenmann scopre il senso delle parole e il suono strumentale che le rappresenta.
È l'idea di un unico strumento, la fusione concettuale delle voci con le percussioni, dove spesso è impossibile udire da quale fonte il suono ha origine. Accanto ai Tre canti sacri di Scelsi e alla composizione di Nono, che esprime il dolore per i desaparecidos in Argentina, due prime esecuzioni assolute di Solbiati e Gervasoni, quest’ultima commissione di Milano Musica e Klangforum Heidelberg.
(a.p.)

↑ torna su ↑
• Ingresso 20/13/8/5 euro
• Info: www.milanomusica.org
• A tutti i possessori della carta elfopass biglietto ridotto a 8 euro anzichè 20 euro
.